FRANCK RIBERY, IL RISCATTO DEI BRUTTI

La Bella e la Bestia. E lui è la Bestia. Franck Ribery, detto Scarface, lo Sfregiato, per le cicatrici che porta sul volto.  Continue reading FRANCK RIBERY, IL RISCATTO DEI BRUTTI

ANTONIO GIRAUDO, UN GANGSTER CON LA CRAVATTA

La parte più torva della Triade, la più severa, la più cupa, persino nello sguardo appesantito, le borse sotto agli occhi, la linea sottile della bocca, il passo deciso ma lento, calcolato in ogni sua pausa.  Continue reading ANTONIO GIRAUDO, UN GANGSTER CON LA CRAVATTA

CARLOS CASTILHO, IL DITO O LA CARRIERA?

Mancavano sette giornate alla fine del campionato e il mignolo della mia mano sinistra si piegò per la quinta volta in pochi mesi. Il dottore Newton Paes Barreto non sapeva come dirmelo. Una questione di cattiva calcificazione, il dito era ormai irrimediabilmente storto. Sarei dovuto rimanere fuori due mesi e pensare a guarire, avrei dovuto lasciare la porta a Caetano da Silva Nascimento detto Veludo, un ex scaricatore di porto che era la mia riserva.  Continue reading CARLOS CASTILHO, IL DITO O LA CARRIERA?

LUCIANO MOGGI, IL GRANDE BURATTINAIO

L’utente era sempre raggiungibile. Luciano Moggi e gli arbitri: scatto alla risposta. Il sigaro a mezz’asta, quattro cellulari cinguettanti, l’occhio sonnacchioso, la parlata strascicata e cantilenante, la grammatica zoppicante. Lucianone. Continue reading LUCIANO MOGGI, IL GRANDE BURATTINAIO

GIORGIO GHEZZI, IL KAMIKAZE E LA VALLETTA

Mike insisteva: Edy parla di più. Edy era così, non faceva nulla per mettersi in mostra. Non le occorreva. Modesta, serena, discreta. Elegante. Bellissima. Parlava poco, perché già avevano congedato Maria Giovannini da “Lascia o Raddoppia” dopo poche puntate. Ma lei era lei. Un incantesimo di gentilezza. La mia fidanzatina.  Continue reading GIORGIO GHEZZI, IL KAMIKAZE E LA VALLETTA

DUELLI: BENETTI vs LIGUORI, IL CRACK

L’impatto è tremendo, un rumore sordo di quelli che al cinema in dolby surround ti fanno saltare sul seggiolino. Crack. Continue reading DUELLI: BENETTI vs LIGUORI, IL CRACK

PALLA IN CURVA: STORIA DI UN GOL SBAGLIATO

Quando si dice Mario Pastorelli si dice “palla in curva”. Nell’immaginario di milioni di tifosi è rimasto quel gesto, quel tiro, a pochi metri dalla porta vuota nella finale di coppa, e quella palla che si alza, inesorabilmente, a disegnare un arco nel cielo, e finire in curva. E tutto questo a pochi minuti dalla fine, dopo una cavalcata di ottanta metri, uno slalom che aveva lasciato i difensori come birilli, e il portiere a terra, qualche metro indietro, già rasseganto a raccogliere la palla dall’erba sul fondo della rete.  Continue reading PALLA IN CURVA: STORIA DI UN GOL SBAGLIATO