RAYMOND DOMENECH, IL PROVOCATORE

Il Grande Antipatico. Il Provocatore. Le Provocateur. Il Francese che si incazza, che le palle ancora gli girano. Odia l’Italia, simpaticamente ricambiato. Lui e noi: arsenico e vecchi dispetti.  Continue reading RAYMOND DOMENECH, IL PROVOCATORE

GIPO VIANI E L’INVENZIONE DEL LIBERO

Mi trovavo seduto su una banchina del porto di Salerno, era sabato notte e non avevo alcuna voglia di andare a dormire. Il giorno dopo dovevamo giocare una partita complicata di inizio campionato. Lo sarebbero state quasi tutte visto che il materiale umano che mi ritrovavo in rosa era discreto ma non eccellente. Bravi ragazzi, non campioni. Whiskey in mano, preso al bar più vicino prima che chiudesse i battenti, e sigaro nell’altra, non riuscivo a trovare pace: la mia Salernitana non funzionava ancora come volevo io.  Continue reading GIPO VIANI E L’INVENZIONE DEL LIBERO

JULIO RIBAS: AL POSTO SBAGLIATO, NEL MOMENTO SBAGLIATO

Solo due anni dopo, davanti ai giurati della premiazione del Torneo giovanile di Viareggio, l’allenatore Julio Cesar Ribas si sarebbe ricordato di quel maledetto pomeriggio in cui l’amministratore delegato Dal Cin l’aveva portato a conoscere l’A.C. Venezia. Continue reading JULIO RIBAS: AL POSTO SBAGLIATO, NEL MOMENTO SBAGLIATO

ROY HODGSON, IL MR. BEAN DELLA PANCHINA

roy2

Il Mister Bean della panchina parla sei lingue, ma non è mai riuscito a farsi capire. È buono, della bontà affettata che hanno certe ziette inglesi, ma è riuscito suo malgrado a far incazzare il giocatore più buono del mondo. Continue reading ROY HODGSON, IL MR. BEAN DELLA PANCHINA