FABIO CAPELLO, L’ANTIPATICO

“Di me potete dire quello che volete: tanto non me ne frega niente”. Olè. 

Fabio Capello, autoritario, duro, rigido. Antipatico? Oh, yes. La mascella squadrata col righello, le labbra serrate in un sottile disprezzo per il mondo che lo circonda, il viso con la pelle tesa e segnata da rughe profonde, la posa plateale con la schiena dritta e le braccia incrociate sul petto, sempre di profilo, che il vento non lo colga impreparato.

Un astronauta in panchina. E se togli lo scafandro, scopri che tiene le emozioni sotto vuoto. Se le fa implodere. Padrone solo di sè, si è sempre preso la responsabilità della propria antipatia, lui che ne è la quintessenza. Gli hanno dato un’etichetta, se l’è tenuta. “Nel calcio non ho amici”.

Ha vinto ovunque: Milano, Roma, Madrid, Torino. Ha litigato con Ronaldo, Totti, Del Piero, Beckham, li mejo ganzi. I tifosi non lo amano. Lui, francamente, se se infischia. Della serie: via col vanto.

Si intenerisce solo per le opere d’arte. Visita i musei, e torna umano. Si commuove solo davanti a un quadro, sarà perchè non parla. Ma appena esce dai musei si incazza, giusto per ricaricarsi e prepararsi al teatrino mediatico che lo vuole così.

E’ sbroccato di brutto solo una volta. A Madrid, insultato dai tifosi, Ha mostrato il dito medio. Bene disteso verso l’alto, dito fiero, imperioso, perentorio, tassativo, dito che non ammette repliche, ‘capelliano’ verrebbe da dire. Gli è sfuggita la situazione di mano, a lui che ha preso a morsi il destino.

Disse: “Non andrò mai alla Juve, sono dei gesuiti”. Si girò, e aveva la penna in mano per la firma. Lasciò la Juventus un minuto dopo la sentenza della caf che condannava i bianconeri alla B e a un mostruoso -30.

“Di me potete dire quello che volete: tanto non me ne frega niente”. Olè.

 

 

Fabio Capello

NATO IL: 18 giugno 1946, San Canzian d’Isonzo (Go).

RUOLO: Centrocampista Centrale.

SOPRANNOME: Don Fabio.

CARRIERA CALCIATORE

1964–1967 SPAL.

1967–1970 Roma.

1970–1976 Juventus.

1976–1980 Milan.

PALMARES CALCIATORE

1 Serie B: 1964–65.

Roma

1 Coppa Italia: 1968–69.

Juventus

3 Serie A: 1971–72, 1972–73, 1974–75.

Milan

1 Serie A: 1978–79.

1 Coppa Italia: 1976–77.

CARRIERA ALLENATORE

1982–1986 Milan Primavera.

1987 Milan.

1991–1996 Milan.

1996–1997 Real Madrid.

1997–1998 Milan.

1999–2004 Roma.

2004–2006 Juventus.

2006–2007 Real Madrid.

2008–2012 Inghilterra.

2012–2015 Russia.

PALMARES ALLENATORE

Milan

4 Serie A: 1991–92, 1992–93, 1993–94, 1995–96.

3 Supercoppa Italiana: 1992, 1993, 1994.

1 UEFA Champions League: 1993–94.

1 Supercoppa Europea: 1994.

Real Madrid

2 La Liga: 1996–97, 2006–07.

Roma

1 Serie A: 2000–01.

1 Supercoppa Italiana: 2001.

Juventus

2 Serie A: 2004–05 2005–06 (revocati).

NAZIONALE

1972–1978 Italia 32 Presenze, 8 Gol.

 

FONTE:  RACCONTO TRATTO DA “GAMBA TESA”, DI FURIO ZARA, RIZZOLI, MILANO.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *