GIGI RIVA E L’AMORE PER LA SARDEGNA

Nato a Leggiuno (Varese), 7 novembre 1944, Gigi Riva arrivò a Cagliari nell’estate 1963.

Non se ne è più andato. Nelle frasi a seguire, il motivo di questo amore viscerale tra Rombo di tuono e la Sardegna.

 

“La Sardegna mi ha dato affetto e continua a darmene. La gente mi è vicina come se ancora andassi in campo a fare gol. E questa per me è una cosa che non ha prezzo”.

 

“Partimmo la mattina da Milano con un turboelica che fece scalo a Genova e poi ad Alghero. Arrivammo a Cagliari di sera e quando vidi le luci nel golfo mi lasciai scappare: “Quella è l’Africa”. Lupi si arrabbiò e mi diede un calcio nel sedere. Il giorno dopo andai al campo, l’Amsicora, che non aveva un filo d’erba e pensai “Dove sono capitato?”.

Però i ragazzi mi fecero festa e l’argentino Longo, una bella persona, mi prese subito sotto la sua protezione. Era il 1963. Sono passati oltre 50 anni e me ne sono ancora andato dalla Sardegna”.

 

“A Cagliari avevo alcuni amici fuori dal calcio: soprattutto pescatori, a cominciare da Martino. Mi voleva bene come un figlio, fu uno dei primi a invitarmi a casa sua, dove mi insegnò a mangiare il pesce con le mani, lasciando soltanto le lische”.

 

“Ho capito di amare la Sardegna andando nelle case dei pastori e negli ovili. Una volta mi portarono in un paesino, a Seui, in provincia di Nuoro mi pare, e sulla credenza di un’anziana, notai anche una mia foto, tra i santini dei suoi genitori. L’amico che mi accompagnava chiese perché c’era la mia foto e la donna, senza riconoscermi, rispose: ‘Quello è buono’ ”.

 

“Sarebbe stata una vigliaccata andare via da Cagliari, malgrado tutti i soldi della Juve. Dopo ogni partita spuntava Italo Allodi che mi diceva ‘Dai, telefoniamo a Boniperti’.

Ma io non ho mai avuto il minimo dubbio e non mi sono mai pentito”.

 

“Dei sardi mi colpì la generosità. Mi hanno sempre fatto sentire uno di loro, attorno a tavolate con salsicce e maialino. E poi abbiamo lo stesso carattere, non ci mettiamo in mostra, siamo silenziosi”.

 

Gigi Riva

NATO IL: 7 Novembre 1944, Leggiuno (Varese).

RUOLO: Attaccante.

SOPRANNOME: Rombo di Tuono.

CARRIERA:

1962-1963 Legnano 23 Presenze, 6 Gol.

1963-1976 Cagliari 315 Presenze, 164 Gol.

PALMARES CLUB

1 Campionato italiano: 1969-1970.

NAZIONALE:

PALMARES NAZIONALE:

1 Campionato Europeo: 1968.

PALMARES INDIVIDUALE:

3 Volte Capocannoniere della Serie A

1966-1967 (18 gol), 1968-1969 (20 gol), 1969-1970 (21 gol)

3 Volte Capocannoniere della Coppa Italia

1964-1965 (3 gol), 1968-1969 (9 gol), 1972-1973 (8 gol)”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *