BOBO BALDE’ IL GIGANTE DAI PIEDI DI LEGNO

“Bobo’s gonna get you!”, il coro minaccioso che i tifosi del Celtic Glasgow dedicavano agli attaccanti avversari, marcati dal gigante guineano Bobo Baldè.

Una sequoia d’uomo con due piedi di legno e un fisico da bodybuilder. Dianbobo Baldé, detto Bobo, ha seminato terrore  e legnate  tra i minuscoli ed impauriti attaccanti dei campionati francese e scozzese.   Continue reading BOBO BALDE’ IL GIGANTE DAI PIEDI DI LEGNO

I CARTELLINI DA VISITA DI ALEKSANDAR MITROVIC

Nel 2005 Malcolm Gladwell, scrittore e giornalista del “The New Yorker Magazine”, scrisse un libro di psicologia intitolato “Blink: The Power of Thinking Without Thinking” (Il potere di pensare senza pensare).

Una delle teorie contenute nel best-seller di Gladwell è che la prima impressione che abbiamo di una persona è quella giusta. Gladwell sostiene che in molte situazioni, particolarmente in quelle di stress, occorre fidarsi soltanto di quanto il cervello ha elaborato in questi 2 secondi, senza dilungarsi in lunghe riflessioni.

Se le teorie di Gladwell fossero vere, Aleksandar Mitrović sarebbe un calciatore finito in Premier League. Continue reading I CARTELLINI DA VISITA DI ALEKSANDAR MITROVIC

FLORIAN MYRTAJ, IL MURATORE ALBANESE CHE DIVENTÒ BOMBER

Florian-Myrtaj

Florian Myrtaj a quattordici anni ricevette una telefonata. Era lo zio. Vieni, disse. Bastò quello. Perché era tutto ciò che aspettava. Florian partì, era il 1991. Andarsene dall’Albania in quegli anni era la cosa più naturale da fare, partì perché aveva un posto dove andare e una cosa da fare. Il posto: la provincia di Modena, Sassuolo per essere precisi. La cosa da fare: diventare un calciatore. Nel mentre, fece il muratore alle dipendenze dello zio giù per la via Emilia. Costruì case per altri, immaginò il futuro per sé. Con le mani sporche di calce ma la mente lucida programmò: a vent’anni devo sfondare. Continue reading FLORIAN MYRTAJ, IL MURATORE ALBANESE CHE DIVENTÒ BOMBER

I LEONI INDOMABILI DEL CAMERUN E LA GAZZELLA ARGENTINA

Un bambino sognante guarda alla Tv Argentina-Camerun, partita inaugurale del Mondiale di calcio di Italia ’90.  Quel bambino ha appena 5 anni ma è già affascinato dal pallone che rotola. Come partita inaugurale della sua nuova avventura “Football is not Ballet”, l’eterno bambino inizia  da dove tutto era cominciato.

8 Giugno 1990, Stadio Giuseppe Meazza, Milano

Alla “Scala del calcio” si apre il sipario sul Campionato Mondiale di calcio. In una Milano agghindata a festa, risuonano le note di “To Be Number One“, colonna sonora ufficiale di Italia ’90, partorita dal genio musicale di Giorgio Moroder. La versione italiana, intitolata “Notti Magiche“, è cantata dall’inedito duo rock formato da Edoardo Bennato e Gianna Nannini. Continue reading I LEONI INDOMABILI DEL CAMERUN E LA GAZZELLA ARGENTINA