MASSIMO DE SANTIS, L’UOMO NERO

“Ho fatto un capolavoro”.  Lecce-Parma 3-3, il capolavoro di Massimo De Santis è datato 29 Maggio 2005. Della serie: come ti piloto una partita, la prendo per mano e fischiettando la porto dove voglio.  Continue reading MASSIMO DE SANTIS, L’UOMO NERO

BEPI MORO: IN BARCA AL MONDIALE IN BRASILE

 

Certe notti me ne stavo sdraiato sul ponte della nave, con gli occhi al cielo. Non a guardare le stelle, delle stelle non mi è mai importato granché. Pensavo a Valerio, alla sua simpatia, alla sua capacità di giocare con i piedi come fosse un difensore in più.  Continue reading BEPI MORO: IN BARCA AL MONDIALE IN BRASILE

L’ETERNA PROMESSA DI MIMMO MORFEO

Talento puro, classe cristallina, piedino sinistro da ricamo, ago su tessuto, e lui è sempre stato l’ago. Veleno per pungere, e mai la modica quantità per Domenico Morfeo, giocoliere in libertà condizionata, cazzaro di dimensioni cosmiche, attaccabrighe per necessità.  Continue reading L’ETERNA PROMESSA DI MIMMO MORFEO

OSCAR DERTYCIA E I CAPELLI LASCIATI A FIRENZE

Dertycia

“E quell’anno cosa è successo?”

 “È successo che ho perso i capelli.”

“Tutti?”

“Tutti.”

 “Stress?”

“Stress.”

Si passò una mano sulla testa, dalla nuca alla fronte, massaggiò: una, due, tre volte, come fosse una vecchia lampada, ma Aladino non si fece vedere. Continue reading OSCAR DERTYCIA E I CAPELLI LASCIATI A FIRENZE

LE FUGHE DI “CAVALLO PAZZO” SALIOU LASSISSI

Laas

La prima volta disse che doveva sposarsi. Prese l’aereo per Abidjan, gli diedero tre giorni di permesso. Torna presto, Saliou. Esagerò un pochino: si rifece vivo dopo un paio di settimane. Beh, il ragazzo non si staccava più dalla sua amata e rimandava ogni giorno il ritorno.  Continue reading LE FUGHE DI “CAVALLO PAZZO” SALIOU LASSISSI

STEFAN EFFENBERG, UN’ANTIPATICA CANAGLIA

effenberg

 

“So che parecchi nell’ambiente mi considerano una merda.” E forse non c’è bisogno di aggiungere altro per raccontare il mistero buffo del wurstel biondo perennemente incazzato. Simpatia del pitbull che non mangia da tre giorni, cipiglio “tettesco” da film sulla Wehrmacht, zazzera gialla a ornargli un viso da surfista nato nel posto sbagliato. Si chiamava Stefan Effenberg.  Continue reading STEFAN EFFENBERG, UN’ANTIPATICA CANAGLIA

DIEGO LATORRE, IL PACCO DI BATIGOL

 

BATIE

 

“Abbiamo preso un fenomeno”, annunciò Vittorio Cecchi Gori, come al solito misurato nelle sue esternazioni.

“Sono il nuovo Maradona”, disse il putto senz’anima Diego Latorre, che evidentemente si era lasciato prendere dall’entusiasmo del suo nuovo presidente: facciamo a chi la spara più grossa?  Continue reading DIEGO LATORRE, IL PACCO DI BATIGOL

LORENZO AMORUSO, IL BRAVEHEART DI BARI

 

28/07/02 SEASON 2002/2003 RANGERS Lorenzo Amoruso in action

All’apice dell’orgia da tibie, quando ormai il grigio stopper era diventato idolo delle folle e icona cavatappi da gadget nei pub più chic, riconobbe che in lui qualcosa era cambiato.

Mi sento mezzo italiano e mezzo scozzese“, disse Lorenzo Amoruso del quartiere Palese, Bari, provincia di Glasgow. Amoruso è stato il prototipo migliore del mastino da esportazione Made in Italy. Continue reading LORENZO AMORUSO, IL BRAVEHEART DI BARI