MASSIMO CIOCCI, IL PONY EXPRESS DEL GOL

La Milano degli anni Ottanta. Paninari, piumini e Duran Duran. I ragazzi cuccano, le ragazze si chiamano squinzie. Nelle giovanili dell’Inter spicca un adolescente venuto dalle Marche, Massimo Ciocci. Segna caterve di gol, ma non ha troppa voglia di andare a scuola. Per evitare che si trastulli nei bar attorno a San Babila, i dirigenti lo vogliono ogni mattina in sede. Continue reading MASSIMO CIOCCI, IL PONY EXPRESS DEL GOL

GIORGIO GHEZZI, IL KAMIKAZE E LA VALLETTA

Mike insisteva: Edy parla di più. Edy era così, non faceva nulla per mettersi in mostra. Non le occorreva. Modesta, serena, discreta. Elegante. Bellissima. Parlava poco, perché già avevano congedato Maria Giovannini da “Lascia o Raddoppia” dopo poche puntate. Ma lei era lei. Un incantesimo di gentilezza. La mia fidanzatina.  Continue reading GIORGIO GHEZZI, IL KAMIKAZE E LA VALLETTA

RUBEN MALDONADO E LA VALIGETTA DI PREZIOSI

Una scoria, più che una storia. Iniziò così.

Colgiate, periferia nord di Milano, parcheggio dell’azienda Giochi Preziosi. Un uomo sta per salire in macchina, quando viene fermato da due agenti della Guardia di finanza. L’uomo si chiama Giovanni Pagliara, è un dirigente del Venezia. In macchina ha una valigetta. Dentro la valigetta ci sono duecentocinquantamila euro in contanti e una bugia.  Continue reading RUBEN MALDONADO E LA VALIGETTA DI PREZIOSI

BIDONI: ELOI E IL DERBY DELLA SCIMMIA

Eloi

“Esco”, disse Aparecida. Prese il giubbetto, la borsa, ci infilò dentro le sue cose, attraversò veloce il corridoio, si diede un’ultima occhiata di sfuggita allo specchio e uscì. Lui era di là, in salotto, la sentì uscire, non rispose.  Continue reading BIDONI: ELOI E IL DERBY DELLA SCIMMIA

BIDONI: JOSE PERDOMO E IL CANE DI BOSKOV

 

 

perdomo

 

Quando l’allenatore della Sampdoria, zio Vujadin Boskov, prima di un derby disse: “Se sciolgo mio cane in giardino, lui gioca meglio di Perdomo” a Genova capirono che era stata messa la parola fine alla storia del sudamericano dalle gambe storte.  Continue reading BIDONI: JOSE PERDOMO E IL CANE DI BOSKOV

KAZU MIURA: IL GENOA APRE LE PORTE AL GIAPPONE

 

Kazuyoshi_Miura_-_Genoa_1893_1994-95

 

 

Da buon giapponese, il centravanti-pacco Kazuyoshi “but please, cali me Kazu” Miura si era preparato all’esame. Aveva studiato in Brasile, ne andava fiero. Era partito dal Giappone a sedici anni, meta la Harvard del football. Si era applicato. Sui testi sacri, sui piedi sacri. Sei anni di praticantato per sentirsi all’altezza delle proprie ambizioni: hai visto mamma che so leggere?  Continue reading KAZU MIURA: IL GENOA APRE LE PORTE AL GIAPPONE

BIDONI E METEORE, FOLK E FLOP, PRIMA E DOPO BOSMAN

 

bidoni me

Per celebrare i 20 anni della Sentenza Bosman, abbiamo invitato i nostri lettori a votare i loro bidoni preferiti. Nel post una sfilata di calciatori stranieri passati per l’Italia: campioni non ambientatisi, schiappe memorabili, personaggi folkloristici e meteore presto dimenticate. Continue reading BIDONI E METEORE, FOLK E FLOP, PRIMA E DOPO BOSMAN

“RAMBO” POLICANO E I SUOI TORELLI

Rambo Policano

Con lui la tragedia era sempre in agguato. Poteva arrivare da un lontano passato o da un imprevedibile presente, si scatenava per un corto circuito improvviso, magari un’ala che lo sfotteva a colpi di tunnel e si trasformava spesso in terapia riabilitativa di gruppo. Continue reading “RAMBO” POLICANO E I SUOI TORELLI